SOCIAL MEDIA POLICY - FORMAZIONE PER AZIENDE

CHI SIAMO

Leonardo Bellini - Laurea in Ingegneria Elettronica
Digital marketing Lab Founder
Linkedin Trainer & Consultant at DML Srl
Autore |Docente | Blogger |Speaker
Autore del libro  “Come usare LinkedIn per il tuo Business”
pubblicato da Dario Flaccovio Editore
 
Roberto Marmo -  Laurea in Scienze dell'Informazione
Data Analyst | Professore a contratto presso Università di Pavia | 
Autore del libro "Social Media Mining" pubblicato da Hoepli
e del libro "Creare applicazioni per Facebook" editore FAG
 
Nadia ZabbeoLaurea in Organizzazione Aziendale e Risorse Umane
Founder & Director at DIGYSIT
LinkedIn trainer | Social Media Policy & Security  advisor | Content Marketing  specialist
Autrice del libro “ ICT Techno-Companies & domestic market co-evolution”
Pubblicato da Esculapio

COSA PROPONIAMO

percorso formativo completo

 

SOCIAL MEDIA POLICY EFFICACE

 

 

Oggigiorno in azienda, i collaboratori, facendo uso di piattaforme social sono soggetti a rischi che possono determinare incidenti di percorso, a volte anche gravi, che possono aprire le porte a minacce in termini di cyber security, che consentono ai nostri competitor di monitorare la nostra attività e che possono ledere la Brand Reputation di ogni azienda, a prescindere dalla dimensione.

Il modello implementato, frutto della nostra formazione ed esperienza nei settori: Ingegneria Informatica, Organizzazione Aziendale, Social Media Marketing, è in grado di erogare moduli personalizzati, concordati direttamente con i decisori e responsabili aziendali, che possono essere effettuati sia in azienda sia in strutture esterne. 

Il percorso formativo proposto è particolarmente idoneo alla gestione e al controllo consapevole dell’uso di Social Media ed è  dedicato alle aziende sensibili non solo  ai rischi che le piattaforme web possono presentare in termini di Brand Reputation e Security  ma anche alle tematiche di Employee Advocacy  per  comprendere come trasformare il capitale umano dell’azienda in ambasciatori costituiti da un team di persone motivate, consapevoli, in possesso di un forte senso di appartenenza all’azienda,  favorendo quei comportamenti che permettono alle persone di acquisire competenze digitali e di agire in un contesto coeso e coerente attraverso il supporto di una formazione specifica, di estrema attualità.

Questo il PROGRAMMA del percorso formativo:

Perché creare una social media policy?

Natura e le finalità del documento

Evoluzione del Web Da Mercato a Marketing a Social Media Marketing Social Media ROI Scelta dei Social Media 

  •  Macro categorie social
  •  I fattori che condizionano la scelta
  •  Le competenze digitali

Opportunità e rischi delle piattaforme Web La natura dei rischi:

  •  Rischio di Conformità
  •  Rischio Produttivo
  •  Rischio in Sicurezza
  •  Rischio Relazionale
  •  Rischio di perdita della Reputazione
  •  Rischio Economico
  •  Rischio di Concorrenza

ANALISI DELLA CONCORRENZA ATTRAVERSO I SOCIAL MEDIA / COME LA CONCORRENZA PUO’ TRARRE INFORMAZIONI SU DI NOI

Chi ha una presenza nei social media può avere la curiosità di sapere cosa fanno i suoi concorrenti, per migliorare la sua presenza, conquistare nuove posizioni, difendersi da comportamenti sleali. L’analisi della concorrenza si può eseguire sulla propria presenza social, per capire cosa possono saperne i concorrenti.

  • Quali difese dai concorrenti sono necessarie
  • Servizi online per trovare i concorrenti
  • Come analizzare il comportamento dei concorrenti
  • Creare un foglio di calcolo per riepilogare le informazioni raccolte

 

​PROCESSO DI CREAZIONE DI UNA POLICY AZIENDALE

Social media policy esterna

               Gli elementi da considerare:
-          Finalità
-          Contenuti
-          Monitoraggio
-          Moderazione
-          Tone of voice
 
Come gestire i casi di flaming
 
-          Cos’è il flaming? Perché si manifesta?
-          Come comunicare con i “flamer” : la razionalità necessaria per “spegnere” l’aggressività ed evitare il conflitto
 

Social media policy interna

La stesura della Policy Il contesto aziendale di riferimento

Le competenze necessarie

Differenza tra processo e procedura Settori e stakeholder coinvolti L’importanza di collaborare eliminando i silos 

Gli owner di processo 

Compiti e Responsabilità dei settori coinvolti:

Settore Legale:

garantire la conformità alle normative vigenti: vincoli e norme di riferimento.

Settore IT:

Malware: come si manifesta, come riconoscere il malware, le principali tipologia di Virus/worm

Come arginare i rischi. 

Regole per la fruizione dei social in azienda:

come limitare i rischi di produttività;  programmi di content filtering

Settore MKT/Comunicazione:

La funzione di supporto e formazione in Content Mkt & Web Writing                    

Cos’è il content mkt; Come scrivere sul Web (assunti e regole)

Settore HR:

Coordinamento intersettoriale:

Organizzazione di Riunioni Periodiche;  

Individuazione di figure professionali di riferimento all’interno e all’esterno dell’Azienda;

Programmi formativi : garantire il coinvolgimento dei dipendenti; organizzare corsi di formazione tematici, individuare la tipologia dei docenti (indoor/outdoor).

Programmi specifici di Employee Advocacy:

Come trasformare i dipendenti in Ambasciatori del Brand.

La motivazione dei dipendenti.                                                                                            

Come impostare un progetto pilota in azienda

Alcune best practice e casi di successo in Italia e nel mondo

I tool per la social media employee advocacy

Metriche e KPI per misurare l’efficacia del programma di employee advocacy

Esercitazione finale sui temi trattati

Contatti: per approfondimenti, puoi contattarci attraverso il modulo di contatti del sito, oppure, in alternativa:

 Per telefono al numero 02 39438847

 

 

 Per eMail scrivendo a: formazione@digysit.com