Secondo il rapporto Clusit nel 2019 si sono verificati 1670 gravi attacchi: una crescita del 7% rispetto all’anno precedente. Si è altresì verificata una crescita del 91,5% negli attacchi a servizi online. La crescita degli attacchi verso la sanità è stata del 17%.

Per quanto riguarda le tecniche di attacco, il Phishing e Social Engineering hanno registrato una crescita del 81,9% rispetto al 2018. Alla luce di quanto emerso si rivela fondamentale istruire collaboratori e dipendenti per metterli in guardia da tentativi di attacco sempre più sofisticati, a volte difficilmente riconoscibili. 

Le misure tecniche sono importanti, tuttavia, spesso gli investimento in cyber sicurezza vengono vanificati da un collaboratore o dipendente che, se privo di un'adeguata cyber cultura, potrebbe aprire un allegato o un documento compromesso, navigare in siti a rischio o rivelare dati importanti, magari in buona fede, perché non è stato in grado di rendersi conto di potenziali truffe o raggiri. 

Lo scopo di questo corso è quello di proteggere l'azienda dall'errrore umano che, in senso lato, è responsabile della più parte degli incidenti di sicurezza e data breach.